Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
SOUND
Travis Scott rompe il silenzio e parla della tragedia di Astroworld
2021-12-10 18:13:34
Travis Scott Intervista
A distanza di oltre un mese da quanto tragicamente accaduto all'Astroworld Festival, Travis Scott ha deciso di interrompere il silenzio, concedendo un'esclusiva intervista al noto personaggio televisivo e radiofonico statunitense Charlamagne Tha God, host dello show “The Breakfast Club”.

In una lunga conversazione, durata quasi un'ora, il rapper si è aperto riguardo le emozioni da lui provate in seguito all'avvenimento, dopo il rumore mediatico creato dal controverso video di scuse postato sui social poche ore in seguito ai fatti.

Ho attraversato una montagna russa emotiva. È difficile, perchè sono sempre stato legato ai miei fan, ed abbiamo attraversato qualcosa che fa male alla comunità, fa male ad una città intera [Houston], e quindi ho avuto tanti pensieri, sensazioni e dolore.


L'artista texano ha affermato di aver saputo quanto accaduto solo al termine del concerto, quando è stata indetta una conferenza stampa straordinaria per informare i media. "La gente sviene, sono cose che succedono ai concerti - ma qualcosa del genere?", queste le sue parole.
Quando Charlamagne ha citato le numerose testimonianze condivise online dai fan presenti tra la folla, che evidenziano la drammaticità della situazione, Travis ha confermato che dal palco gli era difficile capire cosa stesse succedendo, per via della musica, delle luci e degli effetti pirotecnici di scena: “Sono quel tipo di artista che appena si accorge che sta succedendo qualcosa del genere vuole interrompere lo show.”

Mi sembrava una sera come le altre. La gente non si è presentata con l'intenzione di fare danni. La gente si è presentata per divertirsi, ma è successo qualcosa di sfortunato, e dobbiamo capire cosa.
 

Interrogato sulla sua volontà di esibirsi in futuro, La Flame ha rivolto l'attenzione sul tema della sicurezza:

Ho sempre visto la performance come un arte curativa, credo che sia un momento in cui le persone si capiscono in maniera reciproca. Innanzitutto c'è da fare i conti con tanti problemi di sicurezza, non solo per me ma perchè non voglio che altri artisti debbano attraversare quel trauma, quell'esperienza, quella paura.


Di seguito l'intervista completa, nella quale Travis e Charlamagne affrontano temi come il concetto di “raging”, le accuse di satanismo mosse dal web nei confronti del rapper e come quest'ultimo abbia intenzione di continuare a supportare la comunità colpita dalla tragedia.


CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...