Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
SNEAKERS
Nike ha accusato StockX di vendere scarpe false
2022-05-11 14:31:09
nike StockX
La bufera mediatica abbattutasi negli ultimi mesi su StockX non sembra essere destinata a placarsi, quantomeno nell’immediato futuro. Non è la prima volta infatti che Nike decida di procedere in giudizio contro il colosso del secondary market internazionale, ma stavolta la causa potrebbe generare ripercussioni davvero irreparabili per l’azienda di Detroit e per la sua credibilità nei confronti degli utenti.

Già qualche mese fa Nike aveva citato StockX in tribunale per la vendita impropria di alcuni NFT ispirati alle silhouette più iconiche prodotte dalla casa di Beaverton, ma come anticipato in precedenza stavolta le cose sembrano essere molto diverse. Secondo Bloomberg Nike avrebbe aggiornato la causa, accusando StockX di vendere sneakers contraffatte spacciandole per originali, fallendo dunque nei suoi processi di autenticazione.

L’azienda ha fatto presente di aver acquistato ben 4 paia di scarpe (tra cui anche una Air Jordan 1 High “Patent Red”) sul marketplace online tra dicembre 2021 e gennaio 2022, constatando con sorpresa che tutti i modelli fossero fake. Interessati a proteggere i consumatori dall’acquisto di prodotti fasulli con il proprio logo, Nike ha quindi provveduto a denunciare immediatamente l’accaduto, con l’aggravante che ogni sneakers fosse munita del classico cartellino “Verified Authentic” e della ricevuta che assicurava l’autenticità al 100%.

 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da SOLDOUTSERVICE (@soldoutserviceitaly)



Nonostante StockX non sia l’ente addetto alla produzione e alla vendita di queste sneakers, Nike ha comunque espresso tutta la sua preoccupazione circa l’affidabilità del processo di autenticazione, componente fondamentale per il modello di business scelto dall’azienda di Detroit, che per il momento ha deciso di non rispondere alle nuove accuse.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...