Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
STYLE
Maneskin: trionfo di stile e versatilità
2021-03-08 19:30:49
Maneskin
Il cammino artistico dei Maneskin, dalla partecipazione all’undicesima edizione di X Factor nel 2017 fino alla recente vittoria al 71° Festival di Sanremo con il brano “Zitti e Buoni”, è la graduale evoluzione di un gruppo incline a plasmare la propria identità nel corso del tempo, non solo da un punto di vista prettamente musicale, ma anche stilistico, ottenendo risultati significativi in termini di riconoscibilità. Il talento versatile della band si riflette in un’estetica impattante, fuori dagli schemi, che esprime in modo efficace le diverse influenze e personalità dei componenti e celebra la libertà di espressione in tutte le sue forme.


Negli anni Damiano, Victoria, Ethan e Thomas sperimentano un look dietro l’altro, con un approccio alla moda sovversivo e autentico: una miscela di ispirazioni che attinge dagli eccessi e dalla trasgressione rock anni ’70 e sfocia nell’impiego di outfit dal respiro nomade, impreziositi dal tocco decorativo dell’animalier come elemento chiave. In questa direzione, a fare la differenza è la capacità del gruppo di alternare eleganza e ricercatezza, passando da capi eccentrici come pellicce o giacche dai motivi più disparati a completi più blandi a tinta unita, spesso rivisitati a partire da look iconici del passato.


Il frontman Damiano rappresenta l’emblema dell’espressione creativa dei Maneskin: la stessa disinvoltura con la quale si esibisce sul palco è trasferita sul piano stilistico attraverso un’attitudine camaleontica a osare, indossando una smisurata varietà di capi. Lasciandosi trasportare dall’ispirazione delle grandi icone rock appartenenti alle decadi passate, Damiano va in scena accostando completi animalier e pantaloni di pelle aderenti a eyeliner e gioielli vivaci, creando un ibrido contemporaneo tra rockstar ribelle e bohémien maledetto.


La moda secondo i Maneskin, inoltre, è uno strumento prezioso per veicolare una totale fluidità di genere, come dimostrato ampiamente durante le serate del Festival, grazie all’incontro tra lo stylist Nick Cerioni e il marchio Etro: la casa di moda italiana ha realizzato alcuni capi esclusivi in occasione delle performance del gruppo romano nel corso delle diverse serate. Dalla tuta in velluto nero della prima serata alle jumpsuits anni ’70 in tulle nude della finale, passando per il corsetto rosa di pelle della terza serata e il body nero in pizzo con i pantaloni pitonati della quarta serata, i Maneskin portano in scena la loro arte e diventano narratori di un viaggio interessante tra musica e moda, per certi versi rivoluzionario: una vittoria che unisce stile, talento e versatilità.

“Siamo fuori di testa, ma diversi da loro.”





 
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...