Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
LIFESTYLE
È giusto definire Virgil Abloh un hip-hop fashion designer?
2022-04-04 18:22:03
Virgil Abloh
Questa notte, durante la cerimonia di premiazione dei Grammy Awards 2022, oltre che per celebrare la grande protagonista dell’evento, ovvero la musica, c’è stato spazio anche per parlare di moda.

L’organizzazione ha infatti voluto omaggiare Virgil Abloh, tragicamente scomparso lo scorso novembre, attraverso un memoriale che tuttavia sta già facendo discutere molto gli appassionati: come segnalato dal magazine The Cut qualche ora fa infatti, i fan di Virgil e non solo, non hanno digerito l’appellativo con cui il designer è stato ricordato.

La direzione dei Grammy 2022 ha voluto ricordare Abloh semolicemente come uno “Stilista Hip Hop”, ma le parole hanno suonato come una forte dissonanza alle orecchie degli appassionati: che Abloh abbia forgiato l'avvicinamento degli orizzonti tra moda e hip-hop è indubbio, in quanto le sue collaborazioni con personaggi di spicco del panorama rap come Kanye West sono ben documentate, e spesso ha invitato i sostenitori del genere a sfilare per Louis Vuitton e Off-White, ma il suo portfolio di designer era decisamente più ampio e si espandeva oltre i confini dell'etichetta “hip-hop”. 

Gli spettatori hanno condannato gli organizzatori per la loro descrizione di Abloh, descrivendo l'evento con aggettivi del calibro di “irrispettoso e ciecamente ignorante...”. Mentre altri hanno twittato: “Virgil Abloh ha letteralmente cambiato l'ambito della moda e dello streetwear. 'Hip Hop Fashion Designer' è irrispettoso e razzista".




L'eredità creativa del designer ha contribuito a definire una vera e propria epoca stilistica, prescindendo da qualunque tipo di distinzione, etichetta, categorizzazione di genere, sesso e razza.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...