Supreme Italia Shanghai store
STYLE

Supreme Italia chiude il mega-store di Shanghai: Ecco il perché

di Simone Dal Passo Carabelli
2020-05-06 13:09:14
"Il gioco è bello finchè dura poco" è l'aforisma che più si presta a descrivere la situazione che sta travolgendo Supreme Italia nel corso degli ultimi mesi, nei quali il marchio di contraffazione Made in Barletta ha dovuto inevitabilmente interfacciarsi con le cause legali che derivavano da un sempre più esponenziale ampliamento dei propri orizzonti commerciali.

Il coronamento ultimo dell'evoluzione geografica ed economica del brand ha appunto avuto modo di manifestarsi tramite l'apertura dello store cinese situato nella città di Shanghai, che ha destato non poco scalpore presso la quasi totalità della comunità fashion & streetwear globale.

Supreme Shanghai store

Nelle ultime ore però, in rete hanno iniziato a comparire le prime notizie in merito ad un'effettiva registrazione del marchio Supreme New York all'interno dell'albo dei marchi e brevetti dello stato cinese: fattore che inevitabilmente condurrà ad una immediata chiusura dell'immenso punto vendita di Shanghai firmato Supreme Italia.

Nonostante Supreme si stia dotando di tutti gli armamenti necessari per combattere le migliaia di difficilissime cause legali correlate all'utilizzo improprio del marchio e del logo stesso specialmente in paesi orientali ed estremo-orientali, la lotta alla contraffazione avrà ancora molti ostacoli da superare per ritenersi completamente vinta.

Ti potrebbe interessare
Saccheggi di protesta nei punti fisici Supreme, Nike e KAWS nella città di Los Angeles
Le collaborazioni più importanti di Takashi Murakami
Supreme x Mac Tools: Scopriamo insieme i dettagli della collaborazione