Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
SOUND
Spotify e Adele vogliono che gli album vengano ascoltati seguendo la tracklist
2021-11-22 16:00:18
Spotify
Con l'avvento dello streaming, e quindi di piattaforme come Spotify ed Apple Music, il modo di ascoltare musica è cambiato totalmente: se prima gli utenti dovevano necessariamente acquistare un disco fisico per poter ascoltare un determinato brano, ed erano quindi spinti ad ascoltare il prodotto nella maniera “tradizionale”, negli ultimi anni il concetto di album ha lentamente perso importanza, con l'ascoltatore che oggi può scegliere di riprodurre qualsiasi progetto in ordine casuale o frammentato.

Ebbene, proprio il gigante del settore Spotify ha deciso di provare a invertire questa tendenza: con l'ultimo aggiornamento, infatti, l'azienda svedese ha rimosso dalla propria piattaforma la riproduzione casuale di un album come opzione predefinita.
Fino a poche ore fa gli utenti potevano selezionare un progetto e premere immediatamente l'iconico pulsante per avviare la shuffle mode, ma d'ora in avanti saranno costretti a spostarsi nella sezione “In Riproduzione” per poter selezionare la modalità da loro desiderata.

Il colosso dello streaming ha preso questa decisione in risposta all'appello di Adele, che in occasione dell'uscita del suo nuovo album “30” si era fatta avanti nel nome di diversi artisti, chiedendo che le intenzioni di questi ultimi nella creazione di un'opera venissero rispettate.


 

La cantante inglese aveva espresso il proprio pensiero a riguardo su Twitter: “Questa era la mia unica richiesta nella nostra industria in costante cambiamento! Non creiamo album con così tanta cura e dedizione nella stesura della tracklist per niente. La nostra arte racconta una storia, e le nostre storie andrebbero ascoltate come da noi inteso”. La star ha infine ringraziato Spotify per aver esaudito la sua richiesta.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...