Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
STYLE
Sono emerse nuove indiscrezioni sul brand di Kobe Bryant
2021-04-27 17:54:33
Kobe Bryant
Nelle scorse settimane è stata annunciata la conferma relativa alla fine della partnership tra Nike e Kobe Bryant, conclusasi con l’ultimo drop della collaborazione svoltosi il 13 aprile con protagonista il modello Kobe 6 “Grinch”.

Tuttavia, secondo alcuni rumors diffusi nelle ultime ore, sembrerebbe che Vanessa Bryant e il suo team abbiano depositato più di 13 marchi registrati per conto della leggenda NBA, includendo domande di registrazione per "Play Gigi's Way", “Mamba”, “Mambacita”, “Baby Mambas” e “Mamba League”, destinati a utilizzi diversi come l'abbigliamento per il tempo libero e le sneakers.

Proprio quest'ultimo settore è stato motivo di scontro con il marchio di Beaverton, con il quale, da tempo, era nata un probabile disaccordo riguardo alla mancanza di disponibilità di calzature in taglie per bambini e ragazzi. Un ulteriore cambiamento riguarderà la “Mamba Sports Academy” che modificherà il suo nome in "Sports Academy", sancendo il definitivo ritiro della parola “Mamba”. Insomma, tutte modifiche importanti che ruotano attorno alla figura del cestista dei Lakers, amplificate il più possibile dalla moglie Vanessa grazie a nuove iniziative.

“Speravo di creare una partnership a vita con Nike che rifletta l'eredità di mio marito. Faremo sempre tutto il possibile per onorare l'eredità di Kobe e Gigi. Questo non cambierà mai”, dichiara la signora Bryant, esternando tutto l'entusiasmo nel voler creare dei prodotti ispirati al marito e a tutti i suoi fan, anche se la precedente esperienza con Nike non è andata a buon fine. 

Probabilmente il lancio della nuova linea personale era qualcosa a cui Kobe stava lavorando in modo molto attivo già prima della sua scomparsa, ma per il momento ulteriori informazioni riguardo l'uscita del nuovo brand non sono ancora state comunicate. Vi consigliamo dunque di restare connessi sui nostri canali ufficiali per non perdere tutti i futuri aggiornamenti.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...