Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
STYLE
Perchè Jannik Sinner indossa un Rolex in campo?
2021-11-17 13:23:20
Jannik Sinner ATP Finals Torino 2021
Il 2021 continua a confermarsi un anno storico per lo sport italiano in tutte le sue sfaccettature: i nostri atleti continuano infatti a vincere e stupire a qualsiasi livello, lasciando ben sperare anche per il prossimo futuro.

Come ben sappiamo, nella serata di ieri a Torino si tenuta la seconda partita del girone delle ATP Finals, match che avrebbe dovuto vedere la partecipazione del nostro Matteo Berrettini, che attualmente occupa la settima posizione nel ranking mondiale. Tuttavia, a causa di un brutto infortunio all'addome, il tennista ha dovuto dichiarare forfait, non prima però di essere sostituito dal connazionale Jannik Sinner, già considerato un astro nascente di questo sport nonostante la giovanissima età.
 
Il tennista classe ’01 non ha infatti tradito le aspettative e ha travolto il polacco Hurkacz aggiudicandosi il match per un risultato finale di 6-2, 6-2. La vittoria ha permesso al ragazzo altoatesino di fare il suo esordio nel torneo nel modo migliore, oltre che di raggiungere la tanto bramata Top 10 nel raking mondiale ATP.

Al termine della partita Sinner ha immediatamente cercato le telecamere per dedicare la vittoria allo sfortunato Berrettini, non prima però di indossare al polso uno dei suoi segnatempo preferiti: stiamo parlando del classico Rolex Submariner Date, una vera e propria icona di stile intramontabile.


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da SOLDOUTSERVICE (@soldoutserviceitaly)



Tuttavia non è la prima volta che Sinner compie questo gesto al termine di un match: i più attenti si saranno infatti accorti che ormai da un paio d’anni il tennista italiano sfoggia un orologio della maison svizzera dopo ogni vittoria. Questa sorta di “rito” ha avuto inizio nel 2019, quando Jannik aveva solamente 18 anni e veniva contattato da Rolex per diventare global ambassador del brand. Non è una novità che l’azienda svizzera decida di investire con convinzione nel tennis, associando alla propria immagine quella dei campioni di questa disciplina (pensiamo ai vari Federer o Tsitsipas), ma il fatto di aver aggiunto al proprio roster anche l’allora 18enne Sinner è un ulteriore conferma del suo sconfinato talento, oltre che di una personalità pulita e mai fuori dalle righe.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...