Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
STYLE
Gli outfit vincenti di Mahmood e Blanco all’Eurovision
2022-05-15 19:07:22
Blanco Mahmood
«Io vorrei che suonassimo nudi con addosso solo un paio di calzini che ci coprono. Esattamente come i Red Hot Chili Peppers». Purtroppo il desiderio di Blanco, che ormai non fa più segreto della sua impellente volontà di spogliarsi pubblicamente, non è stato esaudito - almeno non questa volta. Niente “nude look” per il duo di Sanremo, eppure gli outfit di Mahmood e Blanco all’Eurovision 2022, anche se meno rivelatori del previsto, hanno catalizzato fin dal principio l’attenzione dei media e del pubblico, confermando la loro abilità comunicativa anche attraverso la moda. La loro presenza al Song Contest ci ha regalato una serie di momenti fashion autentici e all’avanguardia, che hanno portato in alto la bandiera di uno stile italiano raffinato ed elegante, abbracciando i nuovi valori di una generazione senza vincoli. 


Mahmood Blanco eurovision reggia di venaria

Durante il primo red carpet (che in realtà era un “turquoise carpet”) alla Reggia di Venaria, la coppia di “Brividi” ha sfoggiato due look diversi ma concettualmente vicini: Mahmood si è confermato un’icona di stile anticonvenzionale con dei pantaloni chinos rosa ampissimi, firmati dal californiano Willy Chavarria, che con un’audace low waist hanno messo in mostra il boxer beige. Sopra, petto nudo coperto da un blazer nero oversize, con un pendente luccicante al collo. Anche Blanco ha optato per un outfit oversize, con un chiodo XL in pelle nera, pantaloni larghi neri, canotta trasparente e tattoo in vista, per un total look firmato Valentino. Con una prima apparizione nel nome della moda genderless e del superamento degli stereotipi, Mahmood e Blanco hanno soddisfatto e superato le aspettative dei fan esprimendo, attraverso gli abiti, la loro personalità fresca, libera e ardita. 


Mahmood Blanco eurovision reggia di venaria

Dopo lo strappo alla regola con i pantaloni rosa shocking di Mahmood, la coppia ha giocato sul binomio bianco/nero per tutte le successive comparse in pubblico. Il non colore e l’insieme di tutti i colori sono una scelta che racchiude l’ambivalenza e le infinite sfaccettature di due caratteri opposti e audaci, che si completano visivamente sul palco. Blanco e Mahmood si uniscono così in un armonioso Ying e Yang anche negli outfit, oltre che durante la performance della loro hit mondiale.


Mahmood Blanco eurovision

La loro prima esibizione sul palco torinese, quella delle prove generali, ha visto Blanco proseguire la sua liaison con Valentino in un outfit haute couture total white, composto da una casacca ampia, traforata e impreziosita da paillettes, e pantaloni a gamba larga. Il look di Mahmood stavolta ha tenuto dei toni più castigati, con un lungo trench in pelle nera legato in vita, firmato Prada. Più tardi la stessa sera, il duo ha affiancato i conduttori sul palco del Song Contest con un cambio d’abito: una tuta nera tempestata di paillettes per Blanco, sempre firmata Valentino, e una giacca doppiopetto con stampe rosse cangianti e panta-gonna abbinati per Mahmood, che ha scelto Raf Simons.


Mahmood Blanco eurovision 2022

Ma è con i look della finale che la coppia di cantanti ha stregato il pubblico dell’Eurovision, giocando sapientemente con le opposizioni cromatiche. Un outfit minimal per Mahmood, che ha scelto un completo total black di Comme des Garçons, abbracciando la sua passione per lo stile ricercato che l’ha sempre accompagnato durante le esibizioni. Blanco, dal canto suo, ha sfoggiato un look di Valentino total white, scintillante e tempestato di cristalli, giocando con le trasparenze di una camicia con ampia scollatura che scopre il suo iconico tatuaggio, accompagnata da un pantalone oversize. 


Mahmood Blanco eurovision 2022 finale

Mahmood e Blanco, vestiti rispettivamente dalle stylist Susanna Ausoni e Tiny Idols, si sono confermati i favoriti anche in termini di stile. Tra outfit minimal e giochi di see-through, i due cantanti si sono contraddistinti con eleganza ed originalità, oltrepassando il proposito di “dress to impress” e restando fedeli alla loro genuina identità.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...