Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
SNEAKERS
Nike running per il futuro: In attesa di Tokyo 2020
2020-02-07 15:45:11
Nike Running Olimpiadi 2020
Ogni quattro anni, i più grandi atleti del mondo si riuniscono in occasione dei Giochi Olimpici per esibire le loro migliori capacità in sfide non solo fisiche, ma soprattutto psicologiche e mentali, ispirando attraverso le loro performance milioni di persone.
Infrangono record, ottengono accostamenti con i grandi che li hanno preceduti e immortalano le loro vittorie con dediche e celebrazioni speciali, sfoggiando la tanto ambita medaglia d'oro, pass che garantisce l’accesso agli annali dei libri di storia dello sport.

Le Olimpiadi però non sono solo questo. Possiamo considerarle infatti un’importante vetrina mediatica, attraverso la quale prende parte una vera e propria corsa dei vari sponsor, decisi a sfornare il prodotto migliore per garantire al proprio atleta attimi di gloria eterna. Il dipartimento Running di Nike ha tutte le carte in regola per dominare, almeno dalla prospettiva marketing, le piste dell’attesissimo evento che quest'estate si terrà a Tokyo, in Giappone. Il pack presentato pochi giorni fa, gode infatti della presenza di 4 silhouette differenti, adattabili ognuna alle più svariate discipline della corsa.

Spicca su tutte la Alphafly Next%, dal vibe alien e dal look accattivante, mostrata per la prima volta dal maratoneta Eliud Kipchoge sotto forma di prototipo. Il nuovo capitolo della linea Zoom annunciato da Nike è frutto di attenti e meticolosi studi scientifici del Research Lab: i tecnici di Beaverton hanno deciso di unire nella stessa scarpa due pod Zoom Air con una reattiva schiuma ZoomX, incrementando maggiormente le potenzialità e le caratteristiche dell’atleta di quanto non facessero le scarpe precedenti. Elasticità e duttilità sono rese da una sole plate in fibra di carbonio scalato e adattato
in base alle misure della scarpa, di modo da essere più flessibile nelle misure più piccole e irrigidirsi con l’aumentare della size.

Nike Running Olimpiadi 2020

Per le corse urbane invece, e per coloro che ogni mattina affrontano la propria gara con il tempo per arrivare in orario a lavoro o a scuola, Nike offre il modello Tempo Next%. Esteticamente simile alla “sorella”, la scarpa viene orientata verso uno stile più ordinario e quotidiano, dunque volto alla comodità e alla praticità del prodotto. Tempo presenta un’intersuola meno rigida, il carbonio viene sostituito, e persino la schiuma Zoom vede apportare delle modifiche, con la conseguente applicazione della tecnologia React sul tallone, per una maggiore protezione dagli impatti.
A confezionare la scarpa ci pensa una tomaia realizzata interamente in Flyknit e colori come nero e verde fluo per un look urban e accattivante.

Nike Running Olimpiadi 2020

Nike, per chiudere, decide di strizzare l’occhio anche ai velocisti, offrendo loro la scarpa perfetta per uno stacco rapido e immediato dal blocco di partenza; il resto è tutto in progredire, con migliorie alle prestazioni che si fanno sentire fin dalle prime falcate: Viperfly e Victory saranno le protagoniste assolute delle gare mozzafiato in pista. Entrambe sfruttano le tecnologie impartite dalla Alphafly apportando specifiche modifiche in base al loro impiego: la prima, ideata per i Centometristi, presenta la tecnologia Zoom direttamente sotto l’avampiede, punto di maggiore contatto con il terreno, e una piastra in carbonio a fare da cornice alla tomaia in Atomknit, aderente e flessibile; Victory è invece orientata verso distanze maggiori. Le prestazioni sono garantite dalla tomaia Atomknit, più avvolgente nell’avampiede, mentre i sistemi di ammortizzazione mantengono lo stesso schema delle Viperfly.

Nike Running Olimpiadi 2020
Nike Running Olimpiadi 2020

In attesa della release ufficiale, possiamo affermare come negli ultimi anni stia diventando sempre più efficace la ricerca portata avanti dai vari brand nel tentativo di applicare le migliori tecnologie ai propri prodotti, cercando insieme all’atleta vincitore, di ottenere la fama e la gloria tanto ambita. Nike sta letteralmente rivoluzionando il mondo del running, alzando di anno in anno l'asticella della concorrenza esercitata sugli altri brand, e rivendicando i primi esordi fallimentari degli anni 70 in cui le Olimpiadi venivano dominate dall’estro creativo dei fratelli Dassler e dalle tecnologie giapponesi.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...