Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
SNEAKERS
Le Dunk Low stanno definitivamente rimpiazzando le Air Force 1?
2022-04-05 16:42:39
Nike Dunk Low
La moda non è una scienza esatta e solo in pochi riescono a prevedere le sue trasformazioni: tuttavia la sua peculiare ciclicità consente talvolta di poter anticipare i trend futuri, nient’altro effettivamente che tendenze passate e lasciate per qualche tempo nel dimenticatoio. Ebbene, questa “regola non scritta” sembra funzionare anche per quanto riguarda il mercato delle sneakers: fatta eccezione per quei rarissimi modelli evergreen, il cui consumo difficilmente incontrerà una fase di declino, fino a qualche tempo fa alcune delle scarpe più in voga del momento non godevano infatti di particolare considerazione tra i consumatori. Pensiamo per esempio alle Dunk Low, oggetto misterioso all’interno del catalogo di Nike per moltissimi anni, e adesso una delle silhouette più vendute e indossate in tutto il mondo.

Non esiste una vera e propria spiegazione razionale che giustifichi questo fenomeno, ma i suoi effetti appaiono chiari sotto i nostri occhi. Al giorno d’oggi, in seguito a una gigantesca campagna marketing e retail indetta dal colosso di Beaverton per sponsorizzare la rinascita del modello, praticamente ogni appassionato di sneakers possiede un paio di Nike Dunk Low all’interno della propria collezione.


Travis Scott x Nike SB Dunk Low 

Versatili, economiche e colorate: negli ultimi mesi si è scatenata sul web e fuori dai negozi una vera e propria Dunk-mania, che ha ormai reso questa silhouette uno dei modelli di punta per il marchio statunitense in tutto il mondo. A contribuire all’ascesa delle Dunk sono state inoltre le validissime release collaborative e i sempre più frequenti restyling cromatici: da più di un anno il colosso dello sportswear rilascia infatti nuove varianti del modello con cadenza quasi mensile per soddisfare i volumi elevatissimi di domanda da parte dei consumatori. In questo contesto si inserisce allora la colorway più iconica prodotta fino ad oggi, venduta in enormi quantità: stiamo parlando naturalmente della versione “Panda”, che con il suo schema di colori molto semplice risulta dunque il miglior compromesso da abbinare ad ogni tipo di outfit.
 
Ma quali scenari futuri attendono le Nike Dunk Low? Nessuno può dirlo con certezza, anche se i numeri da capogiro totalizzati negli ultimi mesi dalle sneakers lasciano pensare che difficilmente quest’ultime verranno messe da parte. Lo status raggiunto le colloca dunque di diritto sullo stesso piano delle altre silhouette “immortali” prodotte da Nike, come per esempio le storiche Air Force 1 Low. Staremo a vedere dunque se in futuro il tempo ci avrà dato ragione.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...