Gucci street style
LIFESTYLE

Quali marchi di moda stanno investendo su TikTok?

di Simone Dal Passo Carabelli
2020-05-26 18:00:36
L'apertura di nuovi orizzonti social manifesta sempre più quella che può essere interpretata come la fame di avanguardia che anche i più rinomati marchi di alta moda stanno esprimendo nel corso degli ultimi mesi. Come abbiamo potuto osservare nel corso degli ultimi anni, Instagram è stato un punto di atterraggio che ha consentito a centinaia di marchi d'abbigliamento in tutto il mondo di poter aumentare esponenzialmente il proprio bacino di utenti, anche grazie all'appoggio mirato su importanti influencer che hanno saputo indicizzare i consumi in maniera travolgente.

Il nuovo bacino di interesse per i marchi di lusso più noti ed affermati al mondo sarebbe in questo periodo l'esplosivo TikTok, che sta macinando utenza dai più disparati angoli del pianeta portando al successo moltissimi nuovi giovani emergenti che si fanno spazio nel mondo della musica e dell'intrattenimento servendosi esclusivamente delle proprie capacità creative: basti pensare ad esempio al travolgente successo raggiunto dall'artista italiana Anna Pepe con il rilascio del proprio singolo "Bando", che ha ricevuto un impulso fuori da ogni logica proprio grazie alla spinta mediatica firmata TikTok.

Gucci TikTok

I marchi che di recente si stanno avvicinando alla piattaforma social sono molteplici, e molti di essi sono già riusciti ad appropriarsi del sistema di verifica account nonostante si ritrovino con un numero di seguaci purtroppo ancora in fase d'avvio. Tra i più importanti infatti non si può non menzionare l'account high-fashion con il seguito più consistente in relazione a quello della concorrenza: stiamo parlando nella fattispecie dell'account Gucci, che al momento vanta un numero di followers superiore a 350mila.

Accanto a Gucci si posiziona anche il concorrente italiano Prada, di recente posizionatosi al centro della discussione social in quanto ha avuto modo di ingaggiare la famosissima Charli D'Amelio, che dall'alto dei suoi 58 milioni di followers ha supportato con diversi contenuti multimediali lo spreading mediatico delle recenti sfilate del marchio fondato nel 1913 da Mario Prada, nonostante il brand debba ancora pubblicare i suoi contenuti sulla piattaforma e non abbia ancora avuto modo di ottenere il verified tick sulla propria pagina.

Prada Charli D Amelio

Vicino ai due colossi del classicismo stilistico italiano si posizionano anche concorrenti oltreoceano del calibro di Calvin Klein e Ralph Lauren, che invece si attestano su un numero di followers di poco superiore alle 15/20mila unità.
Ti potrebbe interessare
Brand Finance "Italy 50 2020": Gucci è il brand italiano di maggior valore
MODENIBAL - Milano è pronta per la prima fashion week digitale
I migliori costumi da acquistare per l’estate 2020