Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
SOUND
Mambolosco ci racconta come nasce la sua passione per il mondo della moda
2019-12-22 12:30:22
Mambolosco Intervista
Williams Miller Hickman III, meglio noto al pubblico come Mambolosco, è un rapper Italo-americano classe 1991 proveniente da Vicenza.
Il suo approccio con il mondo della musica ha inizio all’età di 13 anni, attraverso la pubblicazione dei suoi primi brani su YouTube, ma è nel 2017 che la sua carriera esplode con i brani “Guarda come Flexo” e “Cristiano Romambo Parte 1”.
Lo scorso 12 Settembre Mambolosco ha pubblicato il suo primo album "Arte", debuttando al terzo posto della classifica FIMI.

Attraverso un'intervista rilasciata per il nostro magazine, l'artista vicentino ha deciso di raccontarsi in una chiave piuttosto personale, parlandoci nello specifico del suo rapporto con il mondo della moda, per darvi la possibilità di conoscerlo al meglio sotto aspetti che spesso non vengono messi in luce.


Ciao Mambolosco, il mondo della moda e quello della musica da diversi anni si sono resi decisamente complementari. A testimonianza di ciò, nelle tue canzoni troviamo una forte presenza di citazioni e riferimenti riguardanti il mondo dell’alta moda e dello streetwear. Che messaggio cerchi di trasmettere attraverso la tua musica, in particolare modo quando fai riferimento al tuo stile?



Ciao a tutti ragazzi! Inizio col dire che amo molto far divertire la gente, permettere ai miei fan di avere un momento di svago, di staccare dalla realtà e soprattutto dai loro problemi. Questo è dunque uno principali obbiettivi della mia musica.
La presenza di riferimenti al mondo della moda nei miei testi è sicuramente da attribuire alla mia grande passione per la quest'ultimo, soprattutto per i luxury brand.


Dalla community internazionale vieni considerato uno degli artisti più influenti a livello stilistico (e non solo) della nuova scena. La tua passione per la moda come e quando nasce?



La mia passione per la moda e per tutto ciò che gravita attorno ad essa nasce sicuramente dall’ispirazione che traggo dall'universo rap, soprattutto da quello americano. Da Dr. Dre fino agli artisti attuali, prendo costantemente spunto per costruire il mio stile. La ripetuta ostentazione nei confronti di marchi di alta fascia è un punto di forza nel rap odierno, poiché attualmente l’immagine per un artista è davvero fondamentale.



Gli outfit che proponi negli scatti che posti sui social e durante le tue apparizioni sono sempre ricercati e innovativi. Quali sono i capi d’abbigliamento e le sneakers che ti senti di consigliare al nostro pubblico?



I brand che in generale preferisco e che attualmente indosso maggiormente sono Dior, Amiri, Gucci e Palm Angels. Parlando nello specifico di sneakers, ritengo che la Dior B22 sia una delle scarpe più belle ad essere stata prodotta negli ultimi anni. Ha una silhouette incredibile ed è ricca di dettagli che non passano di certo inosservati.



Attualmente sei uno degli artisti più in ascesa nella scena trap italiana. Cosa ti aspetti e soprattutto cosa speri per il tuo futuro?



“Voglio sempre di più”. È una filosofia molto presente nei miei brani. Per me non esiste un punto di arrivo, un traguardo. Ambisco a mantenere un livello di successo costante e il mio obbiettivo principale è sempre quello di continuare a “spaccare”.


Ringraziamo Mambolosco per la sua disponibilità e per la sua simpatia e vi invitiamo ad ascoltare "Arte", il suo disco d'esordio uscito pochi mesi fa.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...