Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
LIFESTYLE
“Love is in the Bin” di Banksy battuta all’asta per 18 milioni di sterline
2021-10-21 14:11:28
Banksy Love Is In The Bin
Un dipinto, un pezzo di arte concettuale, spazzatura? Difficile identificare l’opera di Banksy, “Love is in the Bin”, battuta all’asta per 18 milioni di sterline il 14 ottobre 2021. Nel 2018, durante l’asta di Sotheby’s, l’artista di street art decise di sbalordire le persone presenti distruggendo “Girl with Balloon” nel momento in cui era appena stata aggiudicata all’acquirente per un milione di sterline. Banksy aveva azionato un meccanismo interno alla cornice che aveva tagliato l’opera a metà. Il dipinto, per volere dell’artista, venne allora rinominato “Love is in the Bin”, amore nel cestino.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Banksy (@banksy)


Un’istigazione verso le persone presenti all’asta? Una contorta strategia di marketing? Il gesto, compiuto dall’artista, vuole essere visto come critica nei confronti della commercializzazione della sua arte, che, come spesso sottolinea, dovrebbe essere fruibile a tutti. Un’azione sicuramente rivoluzionaria che ha portato l’opera di Banksy ad essere la prima performance art durante un’asta d’arte, facendole così assumere maggiore valore. Infatti, “Love is in the Bin” si aggiudica il nuovo record di vendita dell’artista, prima detenuto da “Game Changer” per 16,7 milioni di sterline.

Il banditore di Sotheby’s, Oliver Barker, ha aperto le offerte a 2,5 milioni di sterline, raggiungendo in soli due minuti i 10 milioni di sterline. Alla fine, “Love is in the Bin” è stata aggiudicata all’offerente Nick Buckley Wood, che rappresentava un investitore privato, per 18 milioni di sterline. Prima di concludere l’asta, Oliver Barker ha esclamato, “non potete capire quanto io sia terrorizzato di far cadere questo martello!”.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...