Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
SNEAKERS
Le sneakers stanno diventando “poche ma buone”
2022-05-09 13:31:23
New Balance
Dopo anni in cui l’hype ha dominato le nostre scarpiere, stiamo affrontando una nuova svolta nel mercato delle sneakers. L'universo footwear comincia ad interfacciarsi con un’ampia categoria di clienti più selettivi, e forse anche più consapevoli. In pratica, dopo anni in cui lo streetwear è stato bombardato da trend della durata di poco più di un mese e limited edition introvabili, il pubblico sta cominciando a rivalutare la propria ossessione consumistica per le sneakers e a orientarsi verso scelte più consce e bilanciate.


nike

Per arrivare a questa svolta di consapevolezza il mercato ha dovuto raggiungere l’apice della saturazione, testimoniando l’ascesa e il declino di alcuni tra i modelli più iconici del luxury streetwear. Ciò non significa che l’era delle sneakers stia volgendo al termine, anzi, ma che gli avvenimenti mondiali degli ultimi due anni hanno cambiato radicalmente il nostro approccio nei confronti dell’hype culture, spingendoci - e un po’ costringendoci -  fare della valutazioni più profonde nel fatidico momento dell’acquisto.


Alexander Mc Queen

I nuovi valori di una sneaker di qualità non comprendono più l’esclusività del prodotto, ma la storia che esso stesso ha da raccontarci. E dopo anni passati ad assistere a una raffica di collab tra i nomi più importanti del settore moda, quello che oggi ci interessa davvero è perché quei due brand stanno collaborando: che cosa li accomuna? Qual è la filosofia che ha portato alla creazione della scarpa? Viene promosso un messaggio di sostenibilità? Non ci importa sapere solamente se Post Malone o Drake l’hanno indossata, perché se la sneaker ci convince, saremo noi i primi a farlo.


New Balance

Sentiamo il crescente bisogno di riportare in auge l’immediatezza, l’individualità e l’autenticità della scarpa da ginnastica, lasciandoci alle spalle gli anni del “must-have” e ritornando ai valori primari di una calzatura di cui non possiamo più fare a meno, ma non per questo motivo dobbiamo farci andare bene tutto.


adidas

Di pari passo con questa urgenza di genuinità, lo street style si sta orientando sempre di più verso modelli dallo stile retro e classic, ancor meglio se vintage. Complici anche le piattaforme di resell e di second-hand, le sneakers d’archivio sono in highlight rispetto alle nuove uscite poiché promuovono a trecentosessanta gradi i principi dell’etica contemporanea, che in questo caso si traducono nelle fondamenta della moda circolare. 


Nike Air Jordan

I consumatori medi e gli appassionati cominciano anche a prendere le distanze da tutti quei modelli che, per manifattura ed estetica, si allontanano dal concetto di versatilità e dinamismo. In parole povere, in breve tempo potremmo dover dire “arrivederci” alle chunky shoes e a tutte quelle scarpe che sfoggiano un’estetica “bold” ma inospitale, per preferire calzature più slim e confortevoli. Il tutto, ovviamente, senza lasciarci alle spalle il crescente e inarrestabile trend dell’ugly fashion, che ha già dato i suoi frutti nel mondo del footwear con nuovi modelli di sneakers jelly, trasparenti o addirittura senza suola.

Il mondo delle sneakers vuole continuare ad osare e a creare calzature dalla personalità autentica, ma per uscire vincente da un’epoca in cui i nuovi trend cambiano le sorti della moda ogni giorno, ha bisogno di abbracciare in maniera convincente le esigenze odierne. Non c’è più spazio per il fanatismo, le sneakers del futuro si rivestiranno di una nuova ambizione.


adidas
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...