Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
STYLE
Kim Jong-Un vieta l’utilizzo delle giacche di pelle: nessuno può copiare il suo stile
2021-11-27 16:56:41
kim-jong-un-giacca-pelle
La morsa di divieti gravanti su uno degli stati più controversi al mondo continua a infittirsi: stando alle informazioni emerse nelle ultime ore, la Corea del Nord starebbe vietando di indossare giacche in pelle per impedire ai comuni cittadini di copiare lo stile del proprio leader supremo Kim Jong-Un.

Come riportato da Radio Free Asia e dal Daily Mail, il dittatore nordcoreano avrebbe infatti imposto il rigido divieto al suo popolo, questa volta non per mettere freno all’occidentalizzazione come già accaduto qualche mese fa con la proibizione degli skinny jeans, dei piercing e del taglio mullet.

Il leader, stufo di vedere persone che imitavano il proprio look indossando il tipico trench coat in pelle che ha reso celebre la sua immagine negli ultimi anni, ha deciso dunque senza mezze misure di impedire a chiunque di utilizzarlo, così da essere l’unico a poterlo fare.

Secondo la polizia coreana, utilizzare abiti ideati per assomigliare a quelli del leader supremo sarebbe una tendenza impura per sfidare l'autorità della più alta dignità.

Il capo effettivamente nell’ultimo periodo era diventato di gran moda nella nazione, prima tra la popolazione più abbiente e poi tra il resto del popolo, grazie all’importazione della pelle finta dalla Cina in seguito al primo periodo di lockdown, che aveva consentito più o meno a chiunque di possederne uno.

L'acquisto di vera pelle in Corea del Nord risulta essere infatti estremamente costoso per le tasche dei nordcoreani, con cappotti di vacchetta che costano circa 34 dollari: cifra esorbitante se confrontata con un reddito medio di circa 201 dollari all'anno.


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da SOLDOUTSERVICE (@soldoutserviceitaly)

CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...