Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
STYLE
Issey Miyake si è spento all'età di 84 anni
2022-08-09 14:00:42
Issey Miyake
Il mondo della moda ha trovato nella cultura giapponese un porto sicuro in cui svilupparsi ed evolversi, in un clima di libertà e autenticità senza precedenti: se tutto ciò è stato possibile è anche grazie a Issey Miyake, fondatore dell'omonimo marchio di alta moda, noto per la creazione di capi plissé, nonché per la realizzazione personalizzata dei dolcevita di Steve Jobs.

Il creativo si è spento il 5 agosto a causa di un cancro al fegato, ha dichiarato nella giornata di oggi il Miyake Design Office. Nato a Hiroshima nel 1938 e sopravvissuto allo sgancio della bomba atomica da parte degli Stati Uniti, Miyake è diventato una star non appena ha calcato le passerelle europee.

Issey Miyake ha definito una vera e propria epoca nella storia contemporanea della moda nipponica, raggiungendo la celebrità negli anni '70 grazie al supporto una generazione di designer e artisti che hanno raggiunto la fama mondiale definendo una visione giapponese unica e autonoma rispetto a quella occidentale: il plissé del creativo giapponese ha trasformato il poliestere in un capo incredibilmente alla moda, oltre a implementare la tecnologia informatica nella tessitura per la creazione capi d'abbigliamento.

Miyake detestava essere chiamato stilista, scegliendo di non identificarsi con quello che vedeva come il frutto di un consumo frivolo, attento alle tendenze e vistoso. La sua moda era infatti orientata alla definizione di una visione comune, fatta di linee semplici in grado di essere indossate agevolmente da corpi di tutte le dimensioni, da persone di diverse culture, di diverse ideologie e di differenti ceti sociali.

Sempre seguendo i suoi valori d'ispirazione, nel 1992 Miyake fu incaricato di disegnare l'uniforme olimpica ufficiale della Lituania, che aveva appena ottenuto l'indipendenza dall'Unione Sovietica. Oltre a ciò, il designer è stato anche un pioniere dei ruoli di genere, chiedendo alla femminista Fusae Ichikawa nei Settanta (quando lei era ormai ottantenne) di fargli da modella per trasmettere il messaggio che gli abiti devono essere comodi ed esprimere la bellezza naturale delle persone reali.

Il design è come un organismo vivente che persegue ciò che conta per il suo benessere e la sua continuità.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...