Merk & Kremont
SOUND

Quattro chiacchiere con Merk & Kremont

di Lorenzo Meazza
2020-09-13 12:02:55
Federico Mercuri e Giordano Cremona, meglio conosciuti come Merk & Kremont, formano ormai da diversi anni un affermato duo di disc jockey e producer conosciutissimo a livello internazionale.

In attività dal 2011, i due artisti italiani hanno collaborato con diverse figure di spicco nel panorama della musica e dell'intrattenimento, come ad esempio Fabio Rovazzi, Ghali e Il Pagante, e hanno suonato nelle più grandi capitali della musica internazionale.
La loro fama internazionale li ha portati a firmare con Spinnin’ Records, una delle etichette di musica elettronica più importanti al mondo.

Oggi andremo a scoprire qualche segreto sul loro successo, sulla loro vita e sui loro gusti personali in riferimento al mondo della moda.

Merk & Kremont

Ciao ragazzi, innanzitutto vi ringraziamo per averci concesso questa chiacchierata. Sono ormai diversi anni che siete protagonisti nella scena musicale internazionale, raggiungendo notevoli traguardi. Secondo voi, quali sono i fattori che ad oggi influenzano maggiormente il successo di un brano in Italia?

Ciao a tutti ragazzi! Iniziamo con il dire che i fattori che influenzano il successo di una canzone sono molteplici e in continuo cambiamento. Ovviamente non esiste una ricetta che garantisca il successo, ma sicuramente un fattore fondamentale è la capacità di una produzione di essere radiofonica, poiché il mercato discografico italiano si basa proprio su ciò. Un altro punto importante è anche la capacità di rendere virale un pezzo, soprattutto tramite Spotify e TikTok. Infine, l’immagine dell’artista deve rispecchiarsi all’interno della sua canzone, e deve riuscire a trasmettere un'emozione in cui gli ascoltatori riescano ad immergersi.


“L’unione fa la forza”, ma a volte lavorare in squadra può portare rivalità o conflitti di interesse. Che rapporto c'è tra di voi? Quando collaborate con altri artisti per la realizzazione di un progetto, in che modo procedete solitamente?

Riteniamo che questo concetto rappresenti una verità fondamentale. Ogni traccia è frutto del lavoro di un team che collabora unendo le capacità e le idee dei singoli. È davvero raro è difficile che una persona da sola riesca a prodursi, cantare, distribuirsi e pubblicizzarsi: un perfetto gioco di squadra è la chiave vincente.


Negli ultimi dieci anni, i social sono stati in grado di amplificare tantissimo il concetto di "immagine". Uno dei punti fondamentali dell'estetica moderna di un'artista è diventato senza dubbio l’outfit. Voi come vivete il rapporto con il mondo della moda e quali sono i capi d’abbigliamento che preferite indossare?

La moda è un business che è fortemente attaccato al mondo musicale. L’abbigliamento, soprattutto nella realtà urban, viene visto come una sorta di rivalsa sociale. L’ostentazione, attraverso i beni materiali, è diventata la valvola di sfogo per molti artisti oggigiorno. La moda infatti negli ultimi anni è stata sempre più orientata verso la corrente streetwear, per cercare di avvicinarsi sempre di più ad un pubblico giovane. Per noi è un mondo importante, non va sottovalutato. Però per noi l'universo apparel e footwear è qualcosa di complementare al nostro progetto musicale, per cercare di essere unici a nostro modo.


Collegandoci al tema moda e abbigliamento sopracitato, il punto cardine per la riuscita di un buon outfit secondo il parere di molti è la scarpa. Voi cosa ne pensate? Siete appassionati di sneakers o preferite calzature più classiche? Quali sono i modelli a cui siete più legati o che amate maggiormente?

Noi siamo dei grandi amanti delle sneakers: dopotutto durante un live o un dj set, abbiamo bisogno di scarpe comode. Ci piace molto l’universo Nike. Un periodo della nostra carriera è stato segnato soprattutto da modelli limited edition, come ad esempio quelli della collaborazione Off White x Nike. Tuttavia il business e la speculazione creati attraverso il fenomeno del resell, ci hanno spinto con il tempo ad allontanarci dal mondo hype per prediligere pezzi classici ed iconici del mondo footwear.


Il mercato discografico, seppur possa sembrare saturo, è costantemente in crescita e in continuo aggiornamento. Ad un giovane ragazzo che vorrebbe intraprendere un percorso nel mondo della musica, voi che consiglio vi sentireste di dare?

Questa è un’ottima domanda, però nasconde un tranello: il mercato è sempre saturo. Ormai attraverso le tecnologie odierne è facile fare musica. È difficile fare successo se non si segue una determinata wave. Bisogna cercare di essere unici e di crearsi un'immagine che possa generare una buona fanbase. Il nostro consiglio è quello di imparare bene la struttura del mondo discografico, cercare una costante evoluzione e una immagine efficace che possa piacere. La passione è un altro fattore importante, cercare di fare ciò che si ama, perché se la voglia e l’energia sono presenti, ci si riesce ad esprimere al meglio, e la gente ormai comprende benissimo chi è davvero motivato e chi no.


Ringraziamo Merk & Kremont per aver preso parte a questa intervista. Speriamo che le parole di Federico e Giordano possano essere d'aiuto per chi volesse iniziare a fare musica, una fonte di stimolo e di incoraggiamento per chiunque stesse inseguendo un sogno nel mondo della musica e non solo. Infine, vi invitiamo a seguire i loro profili social per non perdere nessuna novità a riguardo dei futuri progetti musicali.

Visualizza questo post su Instagram

Playing on the snow : done ✅

Un post condiviso da Merk & Kremont (@merkandkremont) in data:

Ti potrebbe interessare
MODENIBAL - Lo streetwear è sempre più music addicted. E viceversa
Diplo x Fortnite: Ieri sera DJ Set a sorpresa
Davide Dev ci racconta la direzione artistica di "DNA" di Ghali