Gucci Billie Eilish
STYLE

Presentata la nuova campagna di Gucci al pre-show di Billie Eilish: Scopriamo i capi più iconici

di Flavia De Maio
2020-10-26 17:18:46
Negli ultimi anni Alessandro Michele si è confermato il designer più controverso e all’avanguardia, ma cosa succede quando i più radicati aspetti della moda vengono messi così tanto in discussione e presentati secondo un’ottica del tutto nuova?
L’ultima parte del racconto del direttore creativo che mette completamente a nudo l'essenza e la storia di un capo, è stata presentata in esclusiva il 24 Ottobre durante il pre-show del concerto in streaming di Billie Eilish. Ma facciamo un passo indietro e ripercorriamo le tappe più significative del nuovo racconto firmato Gucci.



Nel mese di Febbraio il primo capitolo ha preso vita con la sfilata autunno-inverno 20/21, “An Unrepeatable Ritual”, in cui il backstage è diventato il protagonista di una vera e propria storia. Sarti, stylist e truccatori lavorano duramente agli abiti della Maison, il tutto davanti ai propri spettatori, lasciandoli estasiati e mettendo in piedi uno show mai visto prima.
Il passo seguente è avvenuto attraverso la campagna “The Ritual” in cui, la presentazione della stagione invernale è avvenuta attraverso degli scatti gestiti e improvvisati dagli stessi modelli di Gucci nelle loro abitazioni e in momenti di routine quotidiana.
Infine, la parte conclusiva prende il nome di “The Epilogue” ed è stata presentata già durante la stagione estiva attraverso dodici ore di diretta streaming sul sito della griffe e grazie alcuni scatti assomiglianti a vecchie polaroid in cui modifiche e appunti scritti a mano accompagnavano ogni outfit.

Gucci “The Ritual” campaign


 
Da pochi giorni però la campagna ha finalmente preso vita grazie ai registi Damiano e Fabio D’innocenzo e il fotografo Alec Soth sulle note del Pas de Deux Mani Meme di Walter Verdin.  La collezione prende forma nelle silhouette degli anni ’70, con colori vivaci, stampe all-over ispirate al mondo vegetale ma anche dello stesso monogram Gucci; abiti come bluse con fiocco, cardigan lunghi, T-shirt e pantaloni vengono proposti secondo una vestibilità oversize in cui anche le borse come le Dionysus, Ophidia e la Jackie ed accessori come cappelli e occhiali di ogni genere completano i look donando un tocco di classe ed eleganza.
                                                                                                                         
Il Palazzo Sacchetti e la zona di Campo Boario a Roma fanno da sfondo ad un gioco di controsensi: i collaboratori di Gucci indossano i capi della collezione, rappresentando quindi quell’elemento “reale” che da tempo sembrerebbe mancare al fashion system secondo Michele; così come, i fili elettrici in contrapposizione alle verdure ed alcune immagini che ancora mostrano la realtà del backstage, raffigurano il caos della bellezza a cui il direttore creativo da sempre si ispira.
 
Gucci The Epilogue campaign Gucci The Epilogue campaign Gucci The Epilogue campaign Gucci The Epilogue campaign Gucci The Epilogue campaign Gucci The Epilogue campaign Gucci The Epilogue campaign Gucci The Epilogue campaign Gucci The Epilogue campaign

Si conclude quindi un processo di ridefinizione nel modo più incredibile di tutti: la scelta dell’apertura del concerto di Billie Eilish non è assolutamente un caso; sia i fan della giovane cantante che quelli della Maison di moda, avranno visto infatti che nel corso degli anni Alessandro Michele ha scelto l’artista come sua vera e propria musa da vestire ai più importanti eventi. 
Cosa ne pensate dei nuovi capi e di questa sensazionale conclusione narrativa? 

Billie Eilish Gucci
Ti potrebbe interessare
Cosa indossa Billie Eilish nel video di “Therefore I Am”?
Le migliori uscite musicali della settimana
Scopriamo il significato dietro alle raffigurazioni di Takashi Murakami