Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
STYLE
Il ritorno del puffer vest: scopriamo di più sul capo anni '90
2020-12-16 18:52:31
Drake
Durante il corso degli ultimi anni, o meglio degli ultimi decenni, non ci hanno colto di sorpresa i grandi ritorni di capi iconici, riproposti nelle medesime varianti e talvolta rivisitati secondo le tendenze del momento. Una delle epoche che ha maggiormente segnato l’evolversi della cultura streetwear e della moda in tutte le sue coniugazioni, è senza dubbio quella degli anni ’90

In quel periodo non era assolutamente difficile individuare un capo che si ispirasse a un preciso genere musicale o che rappresentasse semplicemente un modo nuovo di voler apparire. Comfort e utilità iniziano a farsi spazio in un momento in cui la “gente comune” si mostrava sempre più intenzionata a voler seguire il proprio idolo in tutte le sue sfaccettature. Uno dei capi che maggiormente ha influito su questo tipo di cambiamento e rovesciamento di stile è stato infatti il puffer vest, ovvero il piumino smanicato. Artisti del calibro di Notorious Big, Tupac, Jay-Z o il leggendario collettivo Wu-Tang Clan hanno iniziato ad indossare questo indumento con una certa frequenza, impostando non solo un nuovo codice d’abbigliamento ma un vero e proprio stile di vita.

Ma come tutti i ritorni storici, gli appassionati del genere non hanno di certo dimenticato cosa significhi possedere e vestire un capo che detiene un significato di appartenenza e stile. A distanza di anni, sembrerebbe che questa tipologia di giacca sia infatti tornata in voga tra le più importanti celebrities, e studiato secondo l’estetica personale di ogni maison di lusso.
Solo per citarne alcuni, Dior, Moncler, Balenciaga e Fendi hanno vestito artisti di rilievo nell’ultimo periodo, riproponendo un capo dal taglio semplice ma mai banale.

Sfera Ebbasta

Vi sarà capitato dunque di notare il sensazionale ritorno di questo prodotto attraverso i canali social dei vostri artisti preferiti. È il caso della Dark Polo Gang o di Sfera Ebbasta, che ha sfoggiato un’eccentrica variante in rosa o in rosso firmata Moncler, diventando la protagonista dei suoi scatti fotografici; altri invece, come Drake o A$AP Rocky, hanno preferito indossarlo in occasione di live o durante le fashion week e le gite fuori porta.


 
Lo storico capo si ripresenta nelle più stravaganti ed esclusive versioni, pronto a tornare alla ribalta durante i freddi mesi dell’anno. A tal proposito, per abbinarlo a hoodie, long sleeve e sweatshirt, abbiamo pensato di dare un’occhiata a tre modelli versatili e perfetti da acquistare con un budget contenuto.
 

The North Face





Questa rivisitazione effettuata da TNF sull'iconico Nuptse smanicato anni '90 rappresenta un’ottima alternativa in grado di garantire calore e adattabilità. La finitura idropellente, il tessuto ripstop lucido e le tasche a vista con zip diagonali completano un capo dalla vestibilità leggermente oversize.
 

adidas





Realizzato in poliestere riciclato, prestando attenzione all’impatto ambientale, lo smanicato adidas si presenta in una sobria colorazione black, realizzato attraverso un mix perfetto di poliammide e imbottitura. Le comode tasche laterali e la chiusura a zip fino al collo, rendono il capo ideale anche nelle giornate più ostili. 
 

Nike





Infine non può mancare il puffer smanicato firmato Nike. Perfetto da abbinare a ogni tipo di look, presenta delle tasche laterali e zip in colorazione a white contrasto, e viene impreziosito dall'applicazione del logo in piccole dimensioni sul fronte.   

Ci auguriamo che i nostri suggerimenti siano stati d’aiuto a tutti coloro che intendono aggiungere questo capo distintivo al loro armadio e cogliamo l'occasione per invitarvi a seguirci sui nostri canali social ufficiali per non perdere i prossimi appuntamenti.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...