Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
SOUND
Alcuni utenti della Generazione Z vorrebbero cancellare Eminem da TikTok
2021-03-07 18:37:23
La musica è molto spesso veicolo di importanti messaggi personali, politici e sociali, e a questo proposito il rap ha sempre rappresentato una comfort zone in grado di incarnare piena libertà di espressione e in grado di dare spazio a qualsiasi individuo con la voglia di “poter raccontare qualcosa”.

Nelle ultime ore questo tema sta investendo letteralmente il rapper statunitense Eminem, contro cui sono state mosse pesanti accuse di sessismo e misoginia con riferimento ad alcune barre presenti nel leggendario brano “Love The Way You Lie”, cantato in collaborazione con la straordinaria di Rihanna.

Le accuse in questione partono proprio da alcuni giovanissimi rappresentanti della Gen Z su TikTok che, riascoltando il pezzo, si sono soffermati sul significato apparentemente poco costruttivo della frase “I know I’m a liar/If she ever tries to f—kin’ leave again, I’ma tie her/To the bed and set this house on fire", che letteralmente si traduce in, "se lei prova ad andarsene di nuovo, la lego al letto e brucio la casa".

Che si possa trattare di un semplice storytelling di fantasia o che il testo possa riflettere dei sinceri e sentiti pensieri formulati dal rapper in questione è naturalmente una questione poco chiara e difficile da definire: in ogni caso non ci troviamo di fronte alla prima macro-causa mossa nei confronti di Eminem, già precedentemente additato come omofobo e sessista.

L'accusa ha proposto dunque di far eliminare dalla piattaforma le canzoni del rapper, attraverso la promozione dell'hashtag #canceleminem2021, divenuto in poco tempo virale anche su Twitter.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...