Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
LIFESTYLE
Il graffiti artist Futura cita in giudizio The North Face
2021-01-14 14:45:05
Graffiti Artist Futura
The North Face ha iniziato questo nuovo anno in maniera sorprendente, siglando con il marchio italiano Gucci una delle collaborazioni più discusse ed esclusive degli ultimi mesi. L’abbigliamento performante, che da sempre si dimostra il protagonista indiscusso di ogni collezione, si avvicina ancor di più al mondo dell’alta moda, portando il brand americano subito in vetta tra le firme più desiderate. Ma a quanto pare un altro evento, purtroppo non altrettanto straordinario, ha fatto parlare di TNF nelle ultime ore.

Graffiti Artist Futura
Sembrerebbe infatti che il graffiti artist Futura, noto anche per le sue collaborazioni nell’ambito della moda, come quella siglata con Virgil Abloh che ha dato vita alla rivisitazione di due Dunk Low, abbia citato in giudizio il marchio a causa di alcune strane coincidenze. Leonard McGurr sostiene infatti che per la sua campagna “FUTURELIGHT”, The North Face abbia utilizzato un nome che si avvicina molto al suo nome d’arte. Ma non è finita qui. Anche l’utilizzo del logo a forma di “atomo” richiamerebbe i famosi artwork dell’artista. L’accusa si riferisce dunque a due motivi che potrebbero trarre in inganno il pubblico e confonderlo su una possibile collaborazione tra i due. Sebbene le due parti abbiano anche già collaborato in passato, in questo caso i prodotti TNF non sono in alcun modo associati a Futura e quest’ultimo ha dichiarato di non aver mai rilasciato la propria autorizzazione nè di essere mai stato avvertito riguardo l’uscita della campagna in questione.
 
Al momento The North Face non ha ancora replicato e l’importo dell'eventuale risarcimento rimano indefinito. Ci aspettiamo dunque una risposta nei prossimi giorni che possa risolvere tutti i dubbi a riguardo.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...