A$AP Rocky street style
LIFESTYLE

I fotografi italiani che non potete non seguire su Instagram se siete appassionati di street style

di Carmen Cellini
2020-11-08 20:24:43
Antonio De Masi
Qualche settimana fa vi avevamo lasciati con alcune vibes sul panorama internazionale della fotografia street style, così ci siamo chiesti: “perchè non dare voce anche ai nostri fotografi italiani e conoscerli più da vicino?”.
Abbiamo dunque avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con tre fotografi “Made in Italy” dalle personalità particolarmente eclettiche. Attraverso i loro percorsi introspettivi, ci hanno svelato cosa si cela dietro uno scatto fotografico.


Silvio Tovaglia



Hell Raton

Silvio Tovaglia, su Instagram silvio_tova, è un fotografo e content creator milanese. Silvio intraprende i primi passi nel mondo della fotografia già durante la sua infanzia, riportandoci alla mente immagini suggestive dal gusto vintage. La sua passione nasce infatti grazie al viaggio: i viaggi di famiglia, immortalati da un bambino con una Kodak usa e getta. Crescendo alimenta e sviluppa la propria attitudine per la fotografia, lasciandosi influenzare da tutto ciò che lo travolge visivamente. I travel blog e Sam Kølder, noto fotografo e film maker, sono le sue fonti d'ispirazione principali, tant'è vero che nei suoi scatti possiamo ammirare inquadrature, pose e toni caldi che ricordano lo storytelling di un viaggio on the road

Ma come ha fatto la passione di Silvio a trasformarsi in un vero e proprio lavoro?

Per caso, come spesso succede oggi! Grazie ad un account Instagram e ad un buon portfolio. Silvio qualche anno fa intraprende infatti una collaborazione con Vladislav Kirillov, YouTuber (Diario del Russo), influencer e streamer, fino ad arrivare a scattare per alcune realtà come AW LAB e Machete Empire Records, e programmi televisivi come Xfactor




Antonio De Masi





Antonio De Masi, su Instagram ademasi__, è un fotografo, content creator e 3D artist. Intraprende il suo processo evolutivo passando per tre fasi: carta e penna, studio della grafica digitale, fino a trovare la sua massima espressione attraverso l'obbiettivo di una macchina fotografica.
La musica e le persone che lo circondano ispirano da sempre la sua vena creativa, ma la vera evoluzione artistica, ci rivela Antonio, è stato il cambiamento. Trasferirsi a Milano gli ha offerto la possibilità di osservare e di imparare dai grandi, arricchendo il proprio bagaglio culturale ed artistico. Dopo questo “switch”, il suo nuovo modo di vedere le cose, accompagnato da una curiosità innata, l'hanno spinto ad esplorare e a studiare anche la fotografia street americana

Ma cosa ci cattura degli scatti di Antonio? 

Sicuramente Il suo sguardo poliedrico, la capacità di adattarsi a tutte le situazioni a cui i clienti lo sottopongono, senza mai perdere la propria identità. Un gusto stilistico variabile ed in costante evoluzione, riconoscibile attraverso un evidenziato uso della grana, del flash e dell'inquadratura centralizzata del soggetto. 

Antonio collabora con artisti del calibro di Shiva, Tedua, DrefGold e Fresh Mula, e uno dei lavori di cui va più fiero è la collaborazione con Nike per l'uscita delle Air Jordan 1 Mid Milan.
Per il prossimo anno si fa un augurio: quello di riuscire a realizzare più editoriali di moda!




Federico Renoldi





Infine troviamo Federico Renoldi (91federicorenoldi), fotografo, stylist e ballerino, che abbiamo avuto il piacere d'incontrare vis- à- vis.
Federico ci racconta la storia di un bambino che a causa di una stravaganza incompresa e un corpo che non riesce ad amare, affronta anni di bullismo, perdendo la consapevolezza di sè. Dopo tanto tempo passato a soffocare il suo vero io, decide di rialzarsi e iniziare un percorso alla ricerca della sua identità che prende forma attraverso la necessità di voler catturare l'immagine, raccontarla a gran voce e renderla eterna. Inizia da piccolo prima con il disegno e la moda, per poi crescere e trovare nella fotografia il giusto mezzo espressivo.

Ma perchè l'occhio fotografico di Federico è così riconoscibile?

Grazie alle molteplici contaminazioni come l'hip hop e la dancehall, la recitazione, le fiabe, ma sopratutto il contrasto tra Milano e Londra, la città che l'ha adottato durante il suo percorso di formazione. Una fotografia street, ma al tempo stesso high fashion caratterizzata da un'esuberanza underground londinese e una cura al dettaglio milanese con vibe oniriche e colori pop. L'ispirazione per lui non è ricercare input nelle storie degli altri, ma saper scavare dentro se stessi, raccontando la propria.

Collabora sia come fotografo che come stylist con diversi artisti e personaggi pubblici come Shady, Cristina Bertevello e Soleil Stasi. I progetti in cui si rispecchia di più sono: uno shooting scattato nei giardini botanici di Londra per la First Model MGT e uno shooting genderless ancora inedito. Entrambi contengono scatti concettuali che raccontano della diversità intesa come punto di forza, capace di unire il mondo e non di disgregarlo. “ Più contenuti e meno contenitori. Le persone vedono, ma non guardano. Sentono, ma non ascoltano”, ci confida Federico, che da vero dreamer cerca di trasmettere attraverso il suo lavoro l'autenticità di un'identità. 




Ringraziamo Silvio, Antonio e Federico per averci concesso queste piacevolissime chiacchierate e vi invitiamo a seguirli sui loro canali social ufficiali. Attraverso le loro storie ci hanno permesso di capire quanto il duro lavoro e la ricerca costante siano fondamentali per lo sviluppo di un progetto fotografico.
Ti potrebbe interessare
I fotografi che non potete non seguire su Instagram se siete appassionati di street style
Travis Scott e A$AP Rocky si esibiranno in concerto in Europa questa estate
Alla scoperta dello stile di Bella Hadid