Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
STYLE
Il fondatore di Supreme Italia è stato condannato a 8 anni di carcere
2021-07-04 17:13:00
Supreme
Importanti notizie sono state condivise nelle ultime ore con riferimento alla sempre più intensa lotta alla contraffazione: secondo quanto riportato da The Fashion Law e da Bloomberg, il fondatore di Supreme Italia sarebbe stato condannato alla reclusione in relazione a un procedimento penale avviato contro di lui dal famoso marchio streetwear newyorkese.

Il tribunale londinese ha dichiarato colpevoli di frode i fondatori di Supreme Italia, condannando rispettivamente Michele Di Pierro e Marcello Di Pierro a ben otto anni di carcere (Michele) e tre anni di carcere (Marcello), e oltre a ciò, la società di proprietà della famiglia Di Pierro denominata “International Brand Firm Ltd” è stata sanzionata con una maxi-multa da più di 10 milioni di dollari da versare nei confronti del brand offeso.

“Michele e Marcello hanno dirottato ogni aspetto dell'identità dell'azienda e l'hanno plagiata”, ha affermato il giudice Martin Beddoe dopo la sentenza. “La sfacciataggine dell'offesa è notevole quanto la disonestà”.

“Quando ho chiesto la registrazione in Italia, l'ho fatto in buona fede”, ha affermato Michele nel 2019. “Non sapevo nemmeno che Supreme esistesse. Non era popolare in Italia. Non c'era nemmeno un negozio. ”

Nonostante le dichiarazioni, verso i Di Pierro è stato emesso un mandato di cattura, in quanto padre e figlio non erano effettivamente presenti al processo.

La notizia rappresenta un vero e proprio punto di svolta per l'empowerment della lotta alla contraffazione, nella speranza che la tendenza possa cambiare a breve per porre fine a una piaga commerciale che si protrae da fin troppo tempo.


 
 
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...