Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
SNEAKERS
Continua la lotta di Nike contro il fenomeno del reselling
2021-04-20 15:27:00
La campagna anti-reselling di Nike procede spedita, e col passare del tempo le intenzioni del colosso di Beaverton iniziano a definirsi con sempre maggiore chiarezza. L’obiettivo dichiarato dell’azienda è quello di limitare il più possibile la vendita dei propri prodotti sul mercato secondario, accogliendo in questo modo le numerose critiche recapitate di recente dagli appassionati, che più volte nel corso degli anni si sono visti impotenti dinanzi all’avvento di bot oppure a fenomeni come il “backdoor”.

Quella del reselling è una piaga che affligge la street culture ormai dai suoi albori, e realisticamente risulta davvero difficile pensare di poter sradicare completamente questa pratica. Tuttavia, appare altrettanto evidente che Nike abbia intenzione di agire con tutte le proprie forze quantomeno per limitarla, affidando dunque alla sorte (e non più ad accordi sottobanco) la vendita dei propri modelli più esclusivi.

Se nelle ultime settimane il colosso di Beaverton aveva dichiarato di star lavorando assiduamente alla realizzazione di sistemi per contrastare i bot sulle proprie piattaforme, è invece notizia di qualche ora fa che Nike abbia avvertito ufficialmente i principali retailer in giro per il mondo, minacciando repentini cambiamenti. Qualora i vertici dell’azienda dovessero scoprire che i drop vengono gestiti in modo non conforme alle normative societarie, i negozi inizieranno infatti a ricevere i nuovi modelli in quantità sempre minori.

Nike chiede dunque maggiori certezze e giustizia per i milioni di appassionati in giro per il mondo che non riescono a soddisfare i propri desideri perché ostacolati da un mercato immorale.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...