Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
LIFESTYLE
Come mai Netflix sta vivendo una fase di declino?
2022-04-21 18:48:51
netflix calo abbonamenti
Il valore delle azioni Netflix sta crollando drasticamente negli ultimi giorni: il declino è iniziato dopo l'annuncio della prima, grande perdita di abbonati in oltre un decennio di attività.

La base di clienti della società è diminuita di 200.000 abbonati durante il periodo gennaio-marzo, come ha rivelato la società nella giornata di martedì pubblicando il suo ultimo rapporto sugli utili. Il prezzo delle azioni di Netflix è crollato di oltre il 37% in pochissime ore, e questo ha determinato l'innescarsi di un forte sentimento di sfiducia da parte degli investitori di tutto il mondo.

Il calo degli abbonati è il primo da quando Netflix è diventato disponibile nella maggior parte del mondo: il declino di quest'anno è derivato anche in parte dalla decisione di Netflix di ritirarsi dal mercato Russo per protestare contro la guerra in l'Ucraina, con la conseguente perdita di utenti.

Ma oltre alla questione geo-politica, quali sono le altre motivazioni che hanno portato a questo primo, grande default di quello che possiamo definire come uno dei servizi d'intrattenimento più game-changer del 21esimo secolo? In primo luogo, Netflix sta perdendo abbonati a causa della crescente concorrenza nella programmazione online di Amazon, Apple, Disney e numerosi altri servizi emersi negli ultimi anni proprio sulle orme dell'operato Netflix. L'industria dello streaming è ormai satura e piena di una moltitudine di servizi che offrono contenuti accattivanti a prezzi inferiori a quelli della suddetta piattaforma, comprese aziende con capitali strabilianti come Amazon. 

Oltre a ciò, la direzione ha segnalato come altra principale causa di perdite la prevalenza della condivisione delle password: la società ha affermato che ci sono più di 100 milioni di famiglie che utilizzano il servizio non pagandolo o pagandolo solo parzialmente tramite il metodo di condivisione, e causando perciò dei mancati introiti per decine di miliardi di dollari ogni anno.

Come potrebbe uscire da questa situazione il colosso dello streaming? Da qualche giorno si inizia a vociferare in merito alla possibilità di introdurre le pubblicità all'interno del proprio palinsesto, piuttosto che in merito a una possibile diversificazione dei contenuti che potrebbero andare a toccare il ramo gaming. 
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...