Coco Che Ore Sono
SOUND

CoCo è finalmente diventato grande

di Lorenzo Ferri
2020-04-11 22:07:24
Tra le varie uscite di questo giovedì, ce n'è una che non ci ha lasciati indifferenti: si tratta di Che Ore Sono, il nuovo singolo di CoCo. Ispirati da questo ritorno sulla scena. abbiamo deciso di raccontarvi qualcosa di più su uno degli artisti partenopei più in voga del momento.

Coco Che Ore Sono

La scena campana, si sà, è una delle più particolari della penisola. Un mondo un po' a se, per certi aspetti, in cui spesso l'uso del dialetto la fa da padrone e che si aggrappa molto al suo essere real. In questo, CoCo è una mosca bianca, ma non è sempre stato così: il ragazzo inizia a farsi conoscere nel 2012 con Doveva Andare Così, un EP col quale abbandona il suo primo nome d'arte, El Nino, utilizzando il suo nome anagrafico, Corrado. Il progetto gli conferisce visibilità, così come del resto la militanza nel collettivo Roccia Music, guidato da Marracash e del quale hanno fatto parte artisti del calibro di Luche e Sfera Ebbasta. Tuttavia, il suo apporto alla scena è discontinuo, e continua ad esserlo anche dopo La vita giusta per me, mixtape pubblicato nel 2016, col quale si presenta per la prima volta come CoCo, anche se è proprio con questo progetto che inizia quella fase di sperimentazione che lo porterà a quelle sonorità che oggi rappresentano il suo tratto distintivo. Processo che non si interrompe, ma anzi inizia a dare i primi veri e propri risultati in Quanto ci costa essere noi, EP curato da D-Ross e Startuffo e pubblicato nel 2017, in cui CoCo manifesta i risultati del suo percorso di crescita attraverso un approccio cantautoriale a la ricerca di sonorità sempre più tendenti al blues e all'R'n'B.

Coco Che Ore Sono

Per arrivare al CoCo che conosciamo, però manca ancora un tassello. Il 24 maggio 2019 esce infatti Acquario, il suo primo disco ufficiale, rilasciato per Universal e curato, fra gli altri, dai tre producer che lo hanno accompagnato nel suo percorso di crescita: D-Ross, Startuffo e Geeno, col quale, ai tempi di El Nino, aveva formato il duo Insolens. Per CoCo è il definitivo salto di qualità, come testimoniato anche dalle collaborazioni: Gemitaiz, uno dei nomi più grossi della scena, Luchè, tornato in rampa di lancio e probabilmente artista più influente della scena campana, e Mecna e Ernia, due dei parolieri più apprezzati del panorama italiano, coi quali da vita a Se mi perdo altrove, un brano dai rimandi blues in cui il rapper napoletano mette in mostra tutta la sua bravura nel raccontare sprazzi di vita vissuta. Proprio questa tendenza autobiografica, oltre a una capacità di scrittura invidiabile e a uno stile estremamente cantautioriale, sono i punti di forza di Corrado, che con Acquario completa la sua metamorfosi trasformandosi definitivamente in quella mosca bianca di cui abbiamo parlato all'inizio, dimostrando di essere finalmente pronto a ritagliarsi il suo spazio nella scena.

Coco

Ora, a quasi un anno di distanza, CoCo è tornato con Che ore sono, un bel pezzo love prodotto da Dj Fedele, che fa ben sperare rispetto ai suoi prossimi progetti. Ora che CoCo è finalmente diventato grande, le aspettative su di lui sono alte, ma siamo certi che saprà come rispettarle.
Ti potrebbe interessare
Una chiacchierata con Amill Leonardo tra musica, calcio e moda
Scopriamo insieme le uscite musicali di questa notte
CARA si racconta: Un invito alle Feste di Pablo