Boro Boro
SOUND

Boro Boro tra "Twerk", "Lento" e "Nena": Curiosità e outfit dall'artista torinese

di Lorenzo Meazza
2020-04-26 14:34:10
Federico Orecchia, in arte Boro Boro, è un rapper torinese classe 1996. È uno tra i giovani artisti più influenti della scena trap italiana e si è fatto conoscere inizialmente grazie alle sue doti da freestyler.

Dopo 9 mesi dal suo ultimo successo "Lento" feat Mambolosco, Boro Boro torna sulla scena musicale italiana con “Nena”, brano realizzato in collaborazione con Geolier e prodotto da Andry The Hitmaker. Il singolo è caratterizzato dalle sonorità uniche dal vibe latino che contraddistinguono gli ultimi lavori del rapper.

Intervista a Boro Boro: Curiosità sulle ultime collaborazioni



La carriera di Boro Boro vanta già numerosi successi e oggi l'artista torinese ha deciso di raccontare alcune curiosità e opinioni stilistiche alla nostra redazione.

Boro Boro Outfit

Ciao Federico! Venerdi 10 Aprile è uscito il tuo ultimo singolo “Nena” in collaborazione con Geolier. Come già accaduto per i tuoi precedenti successi, “Twerk” e “Lento”, questo brano racchiude in sè un’influenza latina. Come mai la scelta di seguire un ramo della trap che combina l’hip hop a ritmi reggaeton?

Ciao a tutti ragazzi! "Nena" nasce fondamentalmente dall'esigenza di esprimere qualcosa che mi appartiene. Amo la musica latina, il reggaeton e quel calore che trasmette il suo sound. La mia musica è molto personale, racchiudo tutto me stesso nelle tracce, quindi combinare l’hip hop al mondo latino è stata la chiave per realizzare tutto ciò.

L’immagine per un artista ormai è fondamentale, soprattutto nella scena trap, all’interno della quale troviamo outfit e accessori sempre più esclusivi. Cosa ti piace indossare? Quali sono i capi o le sneakers che preferisci?

Per quanto riguarda il discorso relativo all'abbigliamento posso affermare di non avere una vera e propria ossessione, indosso determinati capi solo per gusto personale, scegliendoli in base a trame e fit. Principalmente amo vestire marchi come Prada, Versace e Louis Vuitton, sia in ambito apparel che footwear, e penso che la regina dell’outfit rimanga appunto la sneaker: la adoro.

Però, nonostante i marchi sopracitati ritengo che anche una semplice Air Force 1 Low "Triple White" inserita nel giusto outfit possa avere il suo perché. A livello emotivo invece potrei citare un paio di Buffalo che possiedo e con cui ho fatto i miei primi live, quindi ci sono davvero molto affezionato.

Boro Boro Palm Angels Outfit

Per combattere la noia della quarantena, Emis Killa ha lanciato sui social una challenge basata sulla realizzazione di un COVID Freestyle. Tra i tanti artisti che ne hanno preso parte nelle scorse settimane troviamo anche te! Cosa ne pensi di questa iniziativa?

Penso sia stata una bellissima iniziativa! Emis è stato capace di unire gli artisti italiani della scena rap e tutti abbiamo cercato di trasmettere un bel messaggio, attraverso rime e personalità. L’obbiettivo era sensibilizzare i ragazzi e far capire che ci sono problematiche che solo rispettando le regole e mostrando maturità si risolveranno.



Uno dei momenti più particolari della tua carriera fino ad ora è “Drop the money”, un freestyle realizzato insieme a Moise Kean, ex attaccante della Juventus. Come è nata questa inedita collaborazione?

Io e Moise ci siamo conosciuti tramite amicizie in comune e in seguito abbiamo iniziato a parlare sui social. Mi chiese di venire in studio da me e provare a fare musica, così per gioco, e successivamente decidemmo di pubblicare il pezzo dato che eravamo soddisfatti del lavoro. Sono un tifoso bianconero e soprattutto un suo ammiratore, lo stimo molto sia come amico che come calciatore, spero finita la quarantena di poterlo andare a trovare!



Ringraziamo Boro Boro per la piacevole chiacchierata e vi invitiamo a seguirlo sui suoi canali social ufficiali, consigliandovi di ascoltare il nuovo singolo “Nena”.

Ti potrebbe interessare
lowlow ci racconta il suo nuovo album
Quattro chiacchiere con Zollo per conoscere meglio il suo ultimo progetto
Una chiacchierata con Amill Leonardo tra musica, calcio e moda