Apple MacBook Air Pro
LIFESTYLE

Apple annuncia i nuovi Mac con Apple Silicon: scopriamo le novità

di Marco Delbue
2020-11-11 13:49:46

Durante la serata di ieri si è svolto il Keynote di Apple dedicato alla linea Mac, quest'anno, per la prima volta, in un terzo evento autunnale nell'arco di soli tre mesi.

A Settembre abbiamo infatti potuto assistere all'evento dedicato alla presentazione di Apple Watch, iPad e Apple One; a seguire, nel mese di Ottobre, si è poi svolto lo showcase dei nuovi iPhone e HomePod Mini, e ora, a distanza di appena un mese, si rinnovano anche i tanto amati e popolari Mac.

Durante la conferenza è stato annunciato il Chip Apple Silicon, ovvero il primo prodotto dell'omonima nuova linea di processori, progettata e realizzata da Apple stessa, e non più da Intel, così come accade per i dispositivi mobili dell'azienda, come iPhone e iPad.
Il nome di questo Chip è M1, ed è stato pensato su misura per macOS: oltre a presentare prestazioni senza precedenti, delle dimensioni estremamente ridotte e un'efficienza energetica di gran lunga migliore di qualsiasi altro processore mai montato su un Mac.
Con il Chip M1 è quindi possibile ottenere, rispetto alla generazione Mac precedente, prestazioni CPU fino a 3.5 volte superiori, GPU fino a 6 volte più veloce, Machine Learning fino a 15 volte più veloce, il tutto con fino al doppio della durata della batteria.

A dare vita a queste prestazioni vi è il nuovo macOS Big Sur, che sarà disponibile per tutti dal 12 Novembre; grazie alla profonda sinergia con il Chip M1 è notevolmente più fluido e veloce in qualsiasi azione, anche nelle più banali, come l'avvio delle app che è ora pressoché immediato.

Molte app e programmi saranno a breve aggiornati con la compatibilità al nuovo processore, ma anche quelle che non verranno aggiornate saranno comunque utilizzabili grazie alla tecnologia Apple Rosetta 2 che ne permette il funzionamento con prestazioni comunque migliori dei processori dei precedenti Mac, nonostante manchi la compatibilità con il Chip M1. Sono inoltre utilizzabili sui nuovi Mac con il Chip M1 anche le app per iPhone e iPad. 

La transizione completa di tutti i modelli Mac ai nuovi processori Apple Silicon durerà un paio d'anni, afferma Apple, e oggi sono stati svelati tre nuovi modelli:

MacBook Air da 13 pollici



Il nuovo Chip M1 permette di avere prestazioni mai viste su un MacBook Air, fino a 3,5 volte più veloce, grafica fino a 5 volte più veloce, Machine Learning fino a 9 volte più veloce, e SSD fino a 2 volte più veloce, se comparato alla precedente generazione di MacBook Air. Apple afferma che questo modello Air è più veloce del 98% di tutti i computer portatili venduti lo scorso anno in assoluto.
La batteria, inoltre, sarà la più duratura mai implementata su un MacBook Air.
Ulteriori novità sono la gamma cromatica P3 per colori più fedeli e brillanti e due porte Thunderbolt tipo C con supporto a USB 4, che consente elevate velocità di trasferimento dati.
È infine assente la ventola di raffreddamento che renderà il Mac decisamente silenzioso. 
Il prezzo di partenza rimane invariato rispetto ai precedenti MacBook Air: 1159€ e 1043€ per gli studenti. 

Apple MacBook Air

Mac Mini


Anche Mac Mini presenta prestazioni estremamente migliorate: con il Chip M1, infatti è fino a 3 volte più veloce, con grafica fino a 6 volte più veloce e Machine Learning fino a 15 volte più rapido rispetto al precedente modello. Il nuovo Mac Mini supporta il collegamento fino a due Display, tra cui anche il Pro Display XDR di Apple in risoluzione massima 6K.

Il prezzo diminuisce di 100€ rispetto al modello predente e parte quindi da 819€ e 738€ per gli studenti.


Apple Mac Mini



MacBook Pro da 13 pollici


Infine è stato presentato un nuovo modello anche per la fascia Pro. Questo dispositivo, grazie al nuovo Chip, è fino a 2,8 volte più veloce, con grafica fino a 5 volte e Machine Learning fino a 11 volte più veloci rispetto al precedente modello. La batteria permetterà fino a 20 di riproduzione video, cioè il doppio della batteria del modello precedente.
Anche il nuovo MacBook Pro avrà due porte Thunderbolt di tipo C con supporto ad USB 4, incluso anche il supporto al collegamento del Pro Display XDR di Apple in risoluzione massima 6K.
Il prezzo rimane invariato, partendo da 1479€ e 1331€ per studenti.

Apple MacBook Pro

Tutti e tre i nuovi modelli sono già pre-ordinabili a partire da oggi sul sito ufficiale Apple, e saranno disponibili da venerdì.

Si attendeva inoltre l'annuncio dei tanto attesi AirTags, di cui abbiamo già avuto modo di parlare in un precedente articolo, che però purtroppo non è arrivato. Probabilmente è stato rimandato, dato che la situazione attuale, in cui quasi tutti siamo a casa, non è ideale per lanciare un prodotto di questo tipo, il cui principale utilizzo avverrà in luoghi pubblici.

Voi siete interessati a uno di questi nuovi Mac? Cosa ne pensate di questo cambiamento apparentemente poco significante ma estremamente rivoluzionario per il mondo Apple?

Ti potrebbe interessare
Scopriamo le 117 nuove emoji aggiunte nell'iOS update 14.2
Apple annuncia i nuovi iPhone 12 e 12 Pro
Apple brevetta un nuovo display flessibile in grado di autoripararsi