Iscriviti alla newsletter
ABOUT US
CONTATTI
LIFESTYLE
Apple Glass: appare sul web un brevetto che ne conferma l'uscita
2021-01-14 14:50:22
Apple Glass
È ormai da diversi mesi che sul web circolano con insistenza diverse indiscrezioni secondo le quali Apple starebbe lavorando da anni alla realizzazione di un innovativo paio di occhiali, capace di interagire con l’ambiente circostante e inserirsi completamente all’interno dell’ecosistema creato dall’azienda.

Ebbene, nelle ultime ore sono emerse alcune novità davvero molto interessanti che ci lasciano intuire la veridicità di queste ipotesi e che Apple stia lavorando effettivamente per rendere pubblica questa iniziativa. L’azienda di Cupertino ha infatti di recente brevettato una speciale tecnologia che permette a “un dispositivo autenticato che viene indossato da un utente come dispositivo montato sulla testa” (lasciandoci pochi dubbi che si tratti dunque dei famosi Apple Glass) di sbloccare qualsiasi device Apple nelle vicinanze.

L’idea sarebbe quella di rendere l’esperienza dell’utente il più fluida possibile, permettendogli di accedere a qualsiasi dispositivo in suo possesso in maniera rapida ed efficace: l’unica condizione è che questi ultimi siano collegati allo stesso ID Apple degli occhiali.

Dall’altro lato, gli sviluppatori hanno ammesso che una modifica del genere potrebbe anche causare fastidi al cliente, implementando dunque questa tecnologia con una serie di apposite variabili: disattivando l’impostazione di sbloccare tutti i devices nelle vicinanze, sarà infatti possibile scegliere quale utilizzare e in che momento farlo. E qui arriva il bello: l’input verrà trasmesso agli occhiali tramite alcune azioni ben precise, che potrebbero spaziare dal comando vocale, al movimento degli occhi o del corpo, fino addirittura ad alcune gestures con le nostre mani.

Per il momento non siamo in possesso di ulteriori informazioni a riguardo, ma sembra ormai certo che di qui a breve (tra il 2022 e il 2023) potremo finalmente mettere le mani sugli attesissimi Apple Glasses.
CONDIVIDI
Potrebbe interessarti anche...