Amill-Leonardo-Intervista
SOUND

Una chiacchierata con Amill Leonardo tra musica, calcio e moda

di Cristian Protopapa
2020-04-19 14:31:38
Amill Leonardo, rapper classe '93 di origini marocchine, cresciuto a Cinisello Balsamo, nella periferia di Milano, è tornato sulla scena lo scorso anno, con il suo album “Matador”, dopo un breve periodo di pausa; in questo 2020 l'artista si è dimostrato molto attivo, pubblicando già due singoli, entrambi in collaborazione con il giovane Smooky OG, ovvero Social Boom e Shooter RMX.
Oggi noi di SOLDOUTSERVICE abbiamo deciso di scambiare quattro chiacchiere con Amill Leonardo per farci raccontare qualcosa in più sulla sua figura e sul suo percorso musicale.

Amill Leonardo

Matador ha rappresentato il tuo ritorno sulla scena dopo parecchio tempo. Quanto ha significato per la tua crescita la pausa che ti sei preso dopo Striker?

Ho sempre lavorato sodo, anche nei periodi di pausa tra un’uscita e l’altra sono sempre stato in studio. Anche ora che non pubblico un disco da un anno, nonostante siano usciti diversi singoli, è perché ci sto lavorando; sono arrivato ad una ventina di tracce. Va detto che ciò che spesso ti ferma è la burocrazia: avendo contratti con major e di sponsorizzazione bisogna rispettare i tempi, senza contare che molto dipende dall’alchimia che si crea col team di lavoro. Da questo punto di vista mi sono trovato a cambiare molte volte e a lavorare con persone diverse, ma ora so perfettamente quello che cerco.

I due brani che hai pubblicato nel 2020, Social Boom e Shooter RMX, sono stasi realizzati in collaborazione con Smooky OG. Da dove nasce questa alchimia?

In origine l’idea era di uscire con un nuovo album quest’anno. Ci stiamo provando nonostante la situazione complicata. Smooky è un grande amico, un ragazzo che ha un grande talento e di cui apprezzo molto lo stile. Io e lui avevamo anche annunciato un EP, che poi non abbiamo più pubblicato perché entrambi abbiamo ricevuto proposte per due progetti importanti. Quello che posso dirvi è che sentirete parlare di lui, diciamo che so distinguere l’oro da quello che luccica soltanto.

Amill Leonardo

Nei tuoi testi, così come nei titoli delle tue canzoni o nelle descrizioni dei tuoi post su Instagram, i riferimenti al mondo del calcio non mancano mai; si può dire che tu viva il calcio a 360 gradi.
Com'è nata questa passione, ma soprattutto, cosa l'ha resa così forte? Quanto è importante e quanto influisce il calcio nella tua vita?


La passione per il calcio c'è sempre stata, fin da quando ero piccolo e poi quando è nata la seconda passione, la musica, o semplicemente messo insieme le due cose; penso di essere stato il primo in Italia a portare tematiche calcistiche su un pezzo trap: la cosa forte è paragonare ed esprimere le proprie esperienza, la propria vita, usando termini e riferimenti inerenti al mondo del calcio.

Il nostro magazine, come probabilmente già saprai, si occupa principalmente di moda, e soprattutto negli ultimi anni rap e streetwear vanno a braccetto. Per questo volevo chiederti: qual'è la sneaker della tua collezione a cui non potresti mai rinunciare?
Un paio di sneakers che ho ancora nella mia collezione, nonostante siano tutte scassate, sono le Air Jordan 11 "Space Jam", mi piacciono troppo e le vorrei ricomprare nuove.

Amill Leonardo

Ringraziamo Amill Leonardo per il tempo concessoci e per quello che ci ha raccontato, e vi invitiamo a seguirlo sul suo account Instagram, su Spotify e sul suo canale YouTube, così da rimanere aggiornati su tutte le novità che ci attendono quest'anno.
Ti potrebbe interessare
lowlow ci racconta il suo nuovo album
Quattro chiacchiere con Zollo per conoscere meglio il suo ultimo progetto
Boro Boro tra "Twerk", "Lento" e "Nena": Curiosità e outfit dall'artista torinese